Yoga in gravidanza

Quale condizione migliore per “adattare” la pratica, se non in gravidanza?

A partire dal IV mese è possibile per la futura mamma dedicarsi tempo per praticare in modo appropriato quelle asana così piacevoli per il suo corpo, imparando a controllare il respiro in previsione del momento del parto.

Ascoltare ed accettare il corpo che cambia, cercare sollievo dai disturbi dovuti all’aumento del peso ed alla minore mobilità.

Piccoli suggerimenti nel mio video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *